ER BIKINI O ER PERIZZOMA?

Buon Ferragosto a tutti


‘Gni vorta che ariveno luglio e agosto d’ogni anno aricomincia er tormentone. ‘E quattro amiche mie, “belle e brave” me cominceno a dì: <Arvà. Che me metto quest’anno?

Tu ciò sai che vado a ‘o stesso mare de l’antri anni e me sento ‘n po’ in difficortà sempre cò ‘o stesso “costume a dù pezzi”. E tu ciò sai puro che nun è che ciò tanti sordi a disposizzione. Pè questo che vado puro a ‘o stesso mare…Arvà, dimme te. Aiuteme. Metto un “bikini?” Un “tanga?” Che me devo da mette che tu capischi che me stà bene? Tu sei maschio e perciò ciai l’occhio allenato eppoi sei l’unico maschio cor quale parlamo e de tutto!> E allora me sò detto: “questa è a vorta bbona che ‘e vedo abbastanza gnude o mejo: quasi! Capirai…già è tanto si tutte e quattro se metteno ‘n costume da bagno e se fanno vede da me…però... vedremo. Anche pè daje ‘na risposta seria. Visto che, più o meno, se fideno der giudizzio mio. E che cò me divideno li penzieri, le preoccupazioni, li studi de li Fij, i Mariti (du’ palle cò i Mariti!) e anche perché me ritengheno ‘n fratellone più grande si nun addirittura ‘n padre. E l’età mia ‘o consente.Pio er coraggio a 4 mano. (A due sarebbe troppo poco) e attacco er pippone: <stateme bene a sentì. Già a lujode l’artranno avete avuto ‘o stesso probblema e m’avete fatto diventà scemo co ‘a dieta, er corso andò m’avete iscritto e così me so dovuto sciroppà ‘n fottio dè giorni de corso pè poi favve da dietologo e istruttore de ginnastica. Ma quest’anno nun me ce fregate. Vojo che ve fate vede un po’ più discinte pè potè capì che tipo de costume ve potete mette. Ve dovete fidà però! Parlamese chiari: si una de voi cià er culone (e tra voi credo che armeno una c’è!) s’ha da mette li carzoncini. Artro che bikini! Allora: venimo a le vostre chiappe. Nun c’è bisogno che ve spojate gnude. No! Ma tutte ‘nzieme fate ‘na sfilata da modelle cò e mutanne che credete. Puro cò li mutandoni de e vostre Nonne e io, a sede ar divano, ve guardo e pijo appunti. Poi er giorno doppo s’arivedemo e ve dico a che conclusioni so arivato e una pè una. Ma se dovemo da sbrigà perché stamo già ar 4 d’agosto e doppo Feragosto partite tutte e quinni nun c’è tempo da perde. Sete d’accordo?> <Sineeee…> tutte ‘n coro. <Allora: cara Giusy, cara Laura, cara Cinzia e cara Silvia, quanno che volete, famo ‘a sfilata preparatoria. Quanno sete pronte, me dite andove e quanno devo da venì! > <Ma perché a casa tua no?> Me fa ‘a solita intraprendente Giusy. <E vabbè. Famela a casa mia. Così c’è puro mi Moje e ve sentite puro più a vostro agio>. Er giorno doppo. Cioè er 5 agosto, verso sera, finito er loro lavoro, se presenteno. Quarcuna, prima de venì da me, era passata a casa sua pè “mettese comoda” hanno detto in due. Comunque: l’emozzione e ‘n po’ de vergogna ‘e bloccava! Allora ho fatto ‘na battutina e ho detto: <spojateve tanto quanto penzate che ve potete spojà. Poi dè sicuro tanto sotto ciavete de sicuro ‘na bella copertura. Si ve conosco!> Devo confessà che io puro ero emozzionato. Ma anche perché loro me considereno ‘n granne amico e vedelle ‘n po’ discinte (poi quarcuno me spiegherà che vor dì sto “discinte”) me mette ‘n soggezzione. Ma dimesela tutta: nun è che a me me dispiace vedè ‘na serie de belle donne semignude. Ma proprio pe gnente! E parte ‘a sfilata! ‘N par de slippe normali bianchi e due ‘n po’ più risicati.<Tutto qui?> domanno. Speranno de mettele a loro agio. Comincio a pijà nota e comincio puro cor di:<rispetto a l’artranno sete dimagrite tutte. Ma proprio tutte. Culoni nun se ne vedeno. E allora er giudizzio mio ve lo dò subbito. Dè sicuro nun piacerà a tutte, ma io ve lo dico ‘o stesso. A tutte e quattro dico: PERIZZOMA!  De più: perizzoma leopardato o cò li fiori, tipo papaveri. Punto. E sopra? Reggiseno fatto cò ‘na fascia colorata. Quarcuna cor perizzoma vò portà l’infrachiappe? Nu ‘o sò. Vero è che l’infrachiappe è ‘na cosetta ‘n po’ più spinta. Ma questa è ‘na vostra scerta personale. Vedete voi!>
<Se si, “l’infra” de che colore?> Domanna Silvia. <Ma boh?> Arisponno. <Blù intenzo? Un cordoncino de cotone colorato? Der colore adatto ar perizzoma inzomma! A regà. Pè voi ho studiato tutta ‘a notte! Puro in Internette! Sò diventato ‘n’esperto de moda. Ma armeno nun ve dico fregnacce! Eppoi a l’urtimo dovete sceje sempre voi cò li vostri Mariti o li vostri ommini! Si ce l’avete...ma questi nun so fatti mii…
– Ma ‘a cosa che m’ha fatto contento è stato che tre sere doppo (s’ereno messe d’accordo. Che le possino…), er 7 agosto, se sò presentate tutte e quattro cò ‘n dilongo tipo camicia da notte. M’hanno fatto mette a sede ar divano. Se sò messe ” ‘n parata” davanti a me e hanno fatto scivolà, come sciantose, er dilongo pè tera e sotto è apparso er ben di Dio!!! Aggitato, l’ho guardate e ho tossito parecchie vorte prima de di: <aho! Sete ‘no schianto! Ma che me volete fa veni er coccola? State attente che a l’età mia n’emozione più forte e vado a trovà li parenti mii ar Pincetto, andò c’è ‘a Tomba de Famija>. E loro, tanto pè famme capì che sapeveno er pericolo che corevo, me so sartate tutte e quattro addosso e giocaveno a fa ‘e stupidine. Una cò ‘a vocetta faceva :”miaoooo”. Co stò popò de orso che so io! N’urtima cosa:“ ‘e quattro belle“ (perché sò proprio belle le possino acciaccalle), seguiteno a chiamamme: Alvy, Alvaruccio, Alvarosky. E quarche rara vorta puro “tesoro o tesoruccio”.
Ma mò ‘o dico: io senza dè loro, doppo anni, sarei perzo. Puro perché je vojo veramente bene!                                       – Nota: è verissimo che ciò quattro Amiche che frequento. Belle. 52/54 anni de media. Due  cianno Marito e due sò Divorziate. Ma li nomi veri nun sò queli usati qui sopra. Sinnò li 2 Mariti, che me sò puro Amichi, me fanno a pezzettini e cò li pezzettini proveno a facce er brodo…

Alvaro Cardarelli

 

Comments powered by CComment

SERVIZI

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

PARTNER

  

 

 

© 2016 Associazione Culturale e Sportiva Rione Garbatella | DISCLAIMER | COOKIE POLICY | Hosting by Bsnewline