ER DUBBIO

ER DUBBIO


Ar pappagallo che sta n 'gabbia,
tutto er giorno appogiato ar trespolo,
mentre che fissava a terra la sabbia
je venne pe n 'attimo no scrupolo.
Raggionava con la perplessità
che l 'essere umano mai se pone,
perchè l 'omo, è bono solo a 'mpone
er propio dominio sulla libbertà.
Che 'ogni essere vivente ar diritto
sacrosanto , de vive la propria vita,
de campà libbero ner suo traggitto
finacchè la partita nun gli è finita.
E disse :- Io c 'ho er becco e l 'artigli
mi madre c 'ha la bocca e li capelli
io magno li vermi e lei la pagnotta,
o so adottato o so fijo de nà mignotta.


Edoardo Valeriani

Comments powered by CComment

 



© 2016 Associazione Culturale e Sportiva Rione Garbatella | DISCLAIMER | COOKIE POLICY | Hosting by Bsnewline