DONNA RIFLESSA

DONNA RIFLESSA


Di giorno, a luce accesa
osservo il mio corpo nudo,
forte come una tempesta
luminoso più della luna nuova.
Tocco i capelli, poi i seni
infine una mano mi si
posa sul cuore, nido
d'amore e tormenti.
Ascolto il suo battere,
inalo il profumo di sangue
che mi rimanda
gioisco per essere testimone
di questo miracolo.
A esplorazione conclusa,
mi guardo allo specchio.
Timida e prepotente
la protuberanza che spicca
sul mio ventre mi invoca
come un usignolo
chiama la sua allodola,
come la vita che ruggisce dentro
di me
si fa largo fra le intemperie del mondo.
MARTA LEONARDO

 



© 2016 Associazione Culturale e Sportiva Rione Garbatella | DISCLAIMER | COOKIE POLICY | Hosting by Bsnewline

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca su “Più informazioni”