13 - 23 dicembre PALLADIUM

Palladium per presentare la Trilogia degli Occhiali, articolata in tre spettacoli autonomi, “Acquasanta”, “Il castello della Zisa” e “Ballarini”, ma strettamente legati tra di loro.
Scrive la regista palermitana a proposito del primo: «Un uomo si ancora sul palcoscenico, a prua di una nave immaginaria. Sta. Esperto nel manovrare gli ingranaggi che muovono la simulazione della nave, ‘o Spicchiato si salva dalla finta burrasca che mette in scena per rievocare i ricordi della sua vita di mozzo. È imbarcato dall’età di 15 anni e non crede alla terraferma, per lui è ‘n’illusione. Sopra la sua testa pende il tempo del ricordo: un giorno la nave salpa senza di lui, lasciandolo solo e povero sul molo di un paese straniero: la terraferma. Proprio lui che giorno e notte ha bisogno di parlare con il suo unico grande amore: il mare. Le voci della ciurma, del capitano, gli rimbombano nella testa e ‘o Spicchiato, cantastorie, tira i fili dei suoi pupi. Ma nell’attesa del ritorno della nave, il mozzo, a prua, diventa di legno come polena di un vecchio galeone».
«Nicola ha gli occhi aperti ma non vede. Vive in un istituto assistito da due donne –scrive Dante su “Il castello della Zisa”–, sta seduto in stato catatonico su una piccola sedia, da quando, bambino, fu strappato alla zia nel quartiere popolare della Zisa dove viveva davanti a un favoloso castello... in quel castello è rinchiusa la sua infanzia, la sua spensieratezza… dalla mattina alla sera davanti alla finestra se ne stava a contare i diavoli appollaiati sul tetto e a difendere il castello che di notte diventava d’argento “cu tutti ‘i stedduzzi (stelline) che ci facevano da coroncina”.
Ma un giorno, Nicola, guardiano del castello con la maschera di drago e i guanti di artigli, viene spodestato. Allora s’incanta, per sempre. Siamo noi che gli vediamo alzare gli occhi al cielo, emettere un urlo, quell’urlo imprigionato nel suo corpo, siamo noi che lo sentiamo parlare, raccontare, accendersi di passione. Dura il tempo di un fiammifero questo nostro risveglio».
“Ballarini” è invece una storia d’amore: «Una vecchia donna china su un baule aperto –spiega la regista–, si alza con in mano una spina elettrica e una presa; non appena le collega sopra la sua testa si accende il firmamento. Da un altro baule appare un uomo vecchio che la guarda e le sorride amoroso. Ballano. Lui con la testa poggiata sulla spalla di lei. Lei aggrappata alla giacca di lui. Meno 5, meno 4, meno 3, meno 2, meno 1… Al rintocco della mezzanotte lui fa scoppiare un piccolo petardo.
Lui e lei si baciano. Lui infila la mano in tasca ed estrae una manciata di coriandoli. Li lancia in aria, festoso. La guarda. Lei lo guarda: “tanti auguri, amore mio.” Lei fa suonare un vecchio carillon. Si tolgono la maschera da vecchi, inforcano gli occhiali e riprendono a ballare. Sulle note di vecchie canzoni lui e lei festeggiano l’arrivo di un nuovo anno ballando a ritroso la loro storia d’amore».
Con il suo teatro fisico, talvolta selvaggio e stavolta in un’atmosfera di melanconica solitudine, Emma Dante ripercorre storie di povertà, vecchiaia e malattia, dove i protagonisti inforcano occhiali, metafora della difficoltà di vedere il mondo e di immaginare un futuro.

 

Testo e regia Emma Dante
Con Carmine Maringola, Claudia Benassi, Stéphanie Taillandier, Onofrio Zummo, Manuela Lo Sicco/ Elena Borgogni, Sabino Civilleri Scene Emma Dante, Carmine Maringola Costumi Emma Dante Disegno luci Cristina Fresia Coproduzione Compagnia Sud Costa Occidentale, Teatro Stabile di Napoli, CRT Centro di Ricerca per il Teatro Con la collaborazione di Théâtre du Rond Point – Parigi Coordinamento produzione/distribuzione Fanny Bouquerel/ Amunì

 

 

Write comment (0 Comments)

 

 

I Piccoli Maestri sbarcano alla Garbatella con Leonardo Sciascia

Inizia alla Scuola Popolare Piero Bruno il laboratorio di lettura per giovani scrittori e futuri lettori

 

di Amedeo Ciaccheri
02/12/2011

Nel programma sfaccettato della imminente inaugurazione su Via Passino 24 del nuovo spazio “UpStairs”, sabato 3 dicembre sarà presentato l'esordio per il quartiere Garbatella e per tutto il Municipio XI del progetto I Piccoli Maestri. Nato da un'idea della scrittrice Elena Stancanelli, il progetto I Piccoli Maestri nasce come laboratorio di lettura e narrazione per creare momenti e spazi adatti a far si che il piacere della lettura si tramandi di generazione in generazione. Lanciato dalla Provincia di Roma, il progetto Piccoli Maestri è infatti cresciuto nell'immaginazione di un folto gruppo di giovani scrittori romani, che assieme si sono interrogati sulla crisi del mondo della cultura e della scuola pubblica, e sulla necessità di acquisire un ruolo attivo in questo scenario. Quindi “Piccoli Maestri”, cioè giovani scrittori alle prese con un pubblico di studenti e studentesse delle scuole medie inferiori e superiori del panorama romano; al centro dell'incontro di volta in volta ci sarà un libro, un vecchio o nuovo classico, che sarà raccontato e riletto proprio da chi per mestiere costruisce su carta e parole il proprio lavoro quotidiano. Questi giovani scrittori ci porteranno così tra le pieghe della buona scrittura, per insegnare e condividere le pagine più belle della letteratura italiana e mondiale. Agli studenti spetterà d'altra parte l'onere di partecipare alla lettura, domandare, e lasciarsi sopraffare dai lati più belli di questa abitudine ormai in disuso che è la lettura.

“Un progetto prettamente politico, - così ce lo raccontano gli organizzatori - che nasce con l'intenzione chiara di sostenere la scuola pubblica e la cultura generale, creando dei momenti esterni alla scuola, e cercando, in qualche modo di sopperire anche a quelle perdite che la scuola italiana ha dovuto accettare, tartassata da tagli orari ed economici.”

A Garbatella il progetto Piccoli Maestri esordisce nella cornice consolidata della Scuola Popolare Piero Bruno di via Passino 24, e ci sembra chiaro come tali progetti convergano, costruendo, su finalità uguali, ambiti di lavoro molto convergenti. Il laboratorio sarà gratuito ed aperto a tutti i ragazzi e le ragazze che vorranno partecipare. Il primo appuntamento, Sabato 3 Dicembre, ci riporta alla penna di Leonardo Sciascia e al suo capolavoro “Il giorno della civetta” raccontato da un giovane e promettente scrittore calabrese, ormai romano d'adozione, che continua ad ottenere ottime critiche e successo di vendita con il suo romanzo d'esordio “Portami Rispetto”.

Il programma dei prossimi incontri sarà reperibile sul sito www.csoalastrada.com oppure sul blog del progetto piccolimaestri.wordpress.com.

Un'iniziativa davvero ambiziosa quella di questi giovani “piccoli” maestri che merita tutto l'appoggio e il sostegno necessari; d'altra parte non sono anche loro giovani don chisciotte innamorati della letteratura e pronti con quella fortissima arma di carta e inchiostro, a provare a cambiare il mondo. Come non essergli accanto.

tratto da http://www.coreonline.it/Articoli.aspx/192/piccoli-maestri

Write comment (0 Comments)

MAXXI -LA TERRA E IL PRATO AGLI ORTI URBANI DELLA GARBATELLA

Comunicato stampa del MAXXI 
Le colline fiorite del  MAXXIRIVIVONO NELLA CITTA’DI ROMA
L’INSTALLAZIONE YAP MAXXI 2011SI RICICLA
LA TERRA E IL PRATO AGLI ORTI URBANI DELLA GARBATELLAa dicembre i nuovi cinque finalisti per YAP MAXXI 2012in collaborazione con MoMA e MoMA PS1e giovedì 1 dicembre al via la mostra RE-CYCLE
www.fondazionemaxxi.it
Roma, 8 novembre 2011. E’ stata il simbolo dell’estate nella piazza del MAXXI. E ora l’installazione WHATAMI dello studio romano stARTT, progetto vincitore del concorso Young Architects Program 2011, realizzato dal MAXXI in collaborazione con il MoMA e MoMA PS1, si ricicla.Le colline verdi illuminate da fiori rossi e bagnate da uno specchio d’acqua che, per 118 giorni (MAXXI YAP è stato inaugurato lo scorso 23 giugno) hanno accolto migliaia di romani e turisti di ogni luogo ed età, lasciano infatti il MAXXI, ma si aprono a nuova vita.
La terra e il prato, invece, contribuiranno a un progetto di riqualificazione del verde  promosso nel quartiere Garbatella da Legambente (Circolo Garbatella) e dal Coordinamento Orti Urbani. Il progetto, già avviato dai volontari dell’associazione, prevede la creazione di ulteriori orti urbani e di una zona verde attrezzata.  Il  progetto Whatami, con i suoi 18 fiori in vetroresina rossa alti 5 metri, che di giorni proiettano ombre e di notte diventano punti luminosi, sarà riallestito prima in altri luoghi museali italiani e, infine, sarà destinato ad uno degli spazi pubblici del Villaggio Olimpico, grazie ad un accordo in corso di definizione con il Comune di Roma.
“Con questa iniziativa – afferma Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura  - si è rafforzato il legame del MAXXI con la città, lo spazio urbano davanti al Museo è diventata una piazza frequentatissima dai visitatori e amatissima dai pubblico del quartiere. Il Progetto Whatami, parte delle collezioni del MAXXI Architettura, anticipa con le sue nuove vite la prossima grande mostra sul tema del Recycle dedicata alle più nuove e politicamente corrette strategie per interagire con gli spazi urbani delle città.”
Di Whatami – dichiara Pippo Ciorra, senior curator MAXXI Architettura - vanno sottolineati almeno due aspetti. Il primo è nella capacità di dar forma una volta per sempre allo “spazio pubblico” del museo. Il secondo è nella coerenza con il progetto curatoriale del museo. Non a caso, in coincidenza con lo smontaggio e il riciclo dei materiali dell’installazione, si apre la mostra Recycle, dedicata al concetto di riciclaggio in architettura. In questi stessi giorni il museo rilancia quindi l’intesa vrituosa con il MoMA e il MoMA PS1 per l’edizione 2012.
Nel frattempo, si è già messa in moto la macchina per l’organizzazione di YAP MAXXI 2012: a dicembre saranno annunciati i finalisti tra i quali due giurie interdisciplinari con esponenti del MAXXI e del MoMA sceglieranno  i vincitori che realizzeranno per l’estate 2012 un nuovo spazio esterno per eventi live, nella piazza del MAXXI e in quella del MoMA PS1.

MAXXI_Museo nazionale delle arti del XXI secolowww.fondazionemaxxi.it - info: 06.399.67.350; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. orario di apertura: 11.00 – 19.00 - giorni di chiusura: chiuso il lunedì, il 1° maggio e il 25 dicembreUFFICIO STAMPA MAXXI - +39 06 322.51.78, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Write comment (0 Comments)

28 Ottobre 2011
Rascel canta Rascel
Tipologia: Concerto

Spettacolo nell'ambito di Roma in Scena

Con lo spettacolo “Rascel canta Rascel”, interpretato dal figlio Cesare Rascel, rivivono sul palcoscenico famosi sketch e numeri musicali, e saranno riproposte canzoni come “Romantica”, “Te voglio bene tanto tanto”, “E’ arrivata la bufera’ e la splendida “Arrivederci Roma”. Durante lo show, tra una pausa e l’altra sono anche proiettati dei preziosi contributi video. E così lo spettacolo diventa l’occasione non solo per riscoprire Rascel, ma anche un pezzo d’Italia televisiva che non c’è più.

Renato Rascel, (1912- 1991) è stato uno dei monumenti del teatro leggero italiano. Nella sua lunghissima carriera, ha spaziato dall’avanspettacolo alla rivista, dalla commedia musicale, all’intrattenimento televisivo e radiofonico, coprendo in pratica tutti gli spazi che lo spettacolo ha mutevolmente occupato nell’arco di quasi un secolo.
All’estero, poi, è considerato uno degli artisti italiani di maggior rilievo.

A cura dell’Associazione Passaggio a Nord Est Onlus

Orario

ore 21.00
La biglietteria apre mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo

Biglietto d'ingresso

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili
Prenotazione consigliata allo 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00

Gratuito
Informazioni

060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
Prenotazione consigliata

Write comment (0 Comments)

Ulderico Pesce al Teatro Ambra alla Garbatella dal 25 ottobre al 13 novembre 2011 Eventi a Roma

Ulderico Pesce al Teatro Ambra alla Garbatella dal 25 ottobre al 13 novembre 2011 Eventi a Roma

Ulderico Pesce al Teatro Ambra alla Garbatella dal 25 ottobre al 13 novembre 2011 Eventi a Roma

 

AMBRA TEATRO ALLA GARBATELLA

ospita

IL TEATRO CIVILE DI

ULDERICO PESCE

Ulderico Pesce, definito dalla critica italiana:

"l'esponente di spicco della nuova generazione dei narratori teatrali italiani"


dal 25 al 30 ottobre

ASSO DI MONNEZZA. I traffici illeciti dei rifiuti.

di e con Ulderico Pesce

Asso di Monnezza: i traffici illeciti di rifiuti in Italia, racconta i traffici illeciti dei rifiuti urbani e soprattutto di quelli industriali, che attanagliano l'Italia tanto da far dire che il vero asso nella manica è “quello di monnezza”, vale a dire che l'immondizia smaltita illegalmente offre una grande possibilità di arricchimento soprattutto alla malavita.

E’ la storia di Marietta e della sua famiglia. Marietta è nata nella periferia di Napoli, a Pianura. Il balcone della sua casa si affaccia su una discarica di “monnezza” dove da 40 anni sono state sversate tonnellate di rifiuti, tra i quali 1000 tonnellate di liquidi chimici pericolosissimi provenienti dall’Acna di Cencio. Nata in una famiglia poverissima il suo primo giocattolo l’ha trovato proprio in questa discarica: una bambolina spelacchiata che ancora conserva; ma la discarica e i suoi fumi tossici le ha portato via tutta la famiglia, i genitori e una sorella stroncati da tumori. 
Rimasta sola Marietta si sposa con Nicola e va ad abitare in una masseria agricola a Giugliano, alle porte di Napoli, dove presto arriverà un’altra discarica: dove arriva Marietta arrivano le discariche. 
Marietta è marchiata dalla “monnezza” pertanto la odia ma, dopo un viaggio fatto a casa della sorella Marisa, nel quartiere Colli Aniene di Roma, dove si fa la raccolta differenziata porta a porta, e dove i rifiuti vengono riciclati, cambia vita. Torna a Giugliano, che come sempre è sommersa dai rifiuti e cerca, invano, di convincere le autorità a praticare gli stessi metodi scoperti nel quartiere di Roma. Nulla potendo comincia a praticare la raccolta differenziata porta a porta in assoluta autonomia e grazie all’aiuto dei figli Antonio e Vincenzo. 
Se Marietta e i figli raccolgono l’immondizia il marito Nicola e l’altro figlio Cristian la “nascondono”, nel senso che sono due malavitosi che smaltiscono, in cambio di molti quattrini, rifiuti industriali pericolosissimi provenienti dal Nord che loro gettano nel mare, nei fiumi, in discariche o direttamente sulla terra agricola. 
Il conflitto tra Marietta e il marito Nicola diventa il conflitto tra due modi di concepire l'ambiente la legalità e la vita in genere.

 

 

Teatro Ambra alla Garbatella Piazza Giovanni da Triora, 15, Roma

Leggi tutto: http://www.romatoday.it/eventi/teatro/ulderico-pesce-teatro-ambra-alla-garbatella-dal-25-ottobre-al-13-novembre-2011.html
Diventa fan: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

 

Dal 25/10/2011 Al 13/11/2011

Leggi tutto: http://www.romatoday.it/eventi/teatro/ulderico-pesce-teatro-ambra-alla-garbatella-dal-25-ottobre-al-13-novembre-2011.html
Diventa fan: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

 

Ulderico Pesce sarà al Teatro Ambra alla Garbatella dal 25 ottobre al 13 novembre con tre spettacoli: Asso di monnezza (25/30 ottobre) FIATo sul collo (1-6 novembre, dove è affiancato da Andrea Satta dei Tetes du bois) e A come amianto (8-13 novembre).

“In questi anni mi chiedo spesso che senso abbia il teatro nel mondo disastrato di oggi.” - dichiara l’autore, interprete e regista di questa trilogia – “Non so darmi una risposta razionale e oggettiva. Riesco solo ad avere una risposta interiore ed emotiva.”  E la sua rabbia civile esplode nel teatro: “La vomito a teatro con l’augurio che questa mia rabbia possa coinvolgere emotivamente chi viene e produrre una “reazione sociale” che possa portare alla costruzione di un mondo migliore. Questo è lo spirito che mi ha spinto a portare in scena i lavori che presento all’Ambra Garbatella: “Asso di monnezza”, dove parlo dell’assurda esistenza nella capitale d’Italia della discarica di Malagrotta; “FIATo sul collo”, dove racconto la vita degli operai della FIAT di Melfi e “A come … amianto” dove racconto la fibra killer.”

Asso di Monnezza: i traffici illeciti di rifiuti in Italia - coprodotto da Legambiente e dal Teatro dei Filodrammatici di Milano, con il Centro Mediterraneo delle Arti - racconta i traffici illeciti dei rifiuti urbani e soprattutto di quelli industriali che attanagliano l'Italia e che fanno arricchire pochi a discapito della salute di molti e dell’ambiente, tanto da far dire che il vero asso nella manica è “quello di monnezza”, vale a dire che l'immondizia smaltita illegalmente offre una grande possibilità di arricchimento.

E’ la storia di Marietta e della sua famiglia. Marietta è nata nella periferia di Napoli, a Pianura. Il balcone della sua casa si affaccia su una discarica di “monnezza” dove da 40 anni sono state versate tonnellate di rifiuti, tra i quali 1000 tonnellate di liquidi chimici pericolosissimi provenienti  dall’Acna di Cengio (Savona). Nata in una famiglia poverissima il suo primo giocattolo l’ha trovato proprio in questa discarica: una bambolina spelacchiata che ancora conserva...

Lo spettacolo rientra nel filone del Teatro Civile già percorso da Ulderico Pesce con Storie di Scorie: il pericolo nucleare italiano. Il testo è stato scritto in base alla documentazione ufficiale della Magistratura italiana e al Rapporto ecomafie di Legambiente, molte delle indagini citate sono ancora in corso, e nello spettacolo si denunciano i Clan della Camorra che si dedicano a questa fruttuosa attività, i funzionari delle Istituzioni pubbliche coinvolti e i titolari delle “finte” ditte di compost fertilizzante per l’agricoltura che sempre più spesso scaricano rifiuti tossici sulla terra agricola.

Ulderico Pesce con questo spettacolo mira a far luce su due punti:

-sul sistema di smaltimento dei rifiuti urbani di cui si parla abbondantemente sulla stampa, e che vede il Sud dell'Italia “incapace di gestire la monnezza” perché nelle mani della malavita e della clientela politica, e un Nord capace ed efficiente;

-sul sistema di smaltimento illegale dei rifiuti industriali, di cui la stampa non parla mai, e che vede il ricco Nord produrre rifiuti chimici pericolosissimi dei quali, parti consistenti, vengono scaricati nel Sud del'Italia, sulla terra agricola, nelle fabbriche di fertilizzante per l'agricoltura, nel mare, nei fiumi ecc.

Oggi, in Italia, si concretizza una vergogna: se si uccide o si ruba qualcosa si commette un reato punito penalmente, se si contamina il mare o la terra il reato non è punito penalmente ma, nella maggior parte dei casi, si risolve con un'ammenda pecuniaria.

tratto da http://www.romatoday.it/

tratto “

Leggi tutto: http://www.romatoday.it/eventi/teatro/ulderico-pesce-teatro-ambra-alla-garbatella-dal-25-ottobre-al-13-novembre-2011.html
Diventa fan: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

 

Write comment (0 Comments)

 

Materie Prime Circolari snc
in collaborazione con Timex
presenta

POTERE ALLE PAROLE
...
con Frankie Hi-Nrg Mc & Massimiliano Bruno

Francesco Bruni Chitarra Roberto Gatti Percussioni
musiche di Frankie Hi-Nrg Mc

regia di Massimiliano Bruno

produzione esecutiva Carolina Galbignani

Il guru dell'Hip Hop italiano Frankie Hi-Nrg Mc ripercorre le sue rime in una inedita messa in scena teatrale per sussurrare la rabbia e l'impegno che lo hanno contraddistinto in questi 20 anni di carriera. Una mitragliatrice di parole che Frankie condivide con Massimiliano Bruno, autore poliedrico della scena teatrale e cinematografica italiana, che interpreta le sue nuove storie estreme, i suoi monologhi dissacranti e dà corpo alle sue riflessioni sociali e politiche che riguardano il nostro paese. I due artisti danno vita ad una vera e propria battaglia di parole senza mezze misure e peli sulla lingua. Si sfiorano negli argomenti, si mixano nella musica e nelle parole e trovano una chiave di lettura comune nel loro urlo di riflessione. Una serata per pensare, divertirsi e indignarsi in una prima nazionale dedicata alla città di Roma.

TEATRO AMBRA ALLA GARBATELLA

dall'11 al 23 ottobre 2011

Write comment (0 Comments)

SANDGLASSES (Clessidre)

JUSTE JANULYTE | LUCA SCARZELLA

 

 

20 ottobre 
Palladium

Da € 22 a € 14

h 20:30

 

 

Suono e immagine possono fondersi, mescolarsi come la sabbia che scorre in una clessidra? La risposta la dà “Sandglasses”, concerto multimediale creato da Justė Janulytė e da Luca Scarzella, che attraverso l’uso delle tecnologie mira a destrutturare la percezione dello spettatore e ricomporla in maniera nuova, emozionante, inconsueta.
Quattro violoncellisti sono racchiusi in altrettanti cilindri di tulle, emblema di “Sandglasses” che vuol dire appunto clessidre: da lì, obbedendo ognuno a una diversa pulsazione, snodano il loro canto, mentre gli abitacoli si riempiono di luci e immagini, tra cui quelle degli stessi violoncellisti. Ma anche il suono, catturato e riproposto in tempo reale, viene aggiunto: finché immagini e suoni reali non sono più distinguibili da quelli artificiali e si mescolano come granelli di sabbia nello scorrere della clessidra fino a creare quello che gli stessi autori hanno chiamato un “Teatro di suoni e di visioni”.
E in questa definizione troviamo la cifra di un lavoro che pur coinvolgendo creatori, interpreti –i solisti dell’ensemble Gaida– e tecnologie, si presenta come una intima fusione di immagini e suoni fin dalla sua progettazione, e poi nella sua creazione ed esecuzione.
Considerata tra i giovani talenti della scuola lituana, Janulytė è una compositrice oramai già affermata anche fuori del suo paese –tra l’altro la sua musica è stata eseguita ai Festival Biennale musica di Venezia, Musikprotokoll di Graz, World New Music Days in Svezia e Huddersfield in Gran Bretagna. Predilige quel che lei stessa definisce “Monochrome music”, il che non vuol dire che non sfrutti i colori e le “nuances” del suono, ma che i suoi brani sono per lo più scritti per ensemble composti dallo stesso strumento, oppure per singole famiglie di strumenti, come i flauti, i sassofoni o l’orchestra d’archi. In questo caso oltre a usare solo violoncelli ha condiviso la creazione con uno tra i video-artisti italiani che si è maggiormente interessato e speso per la musica: storico collaboratore di Studio Azzurro, Scarzella ha spaziato dai film su un grande direttore d’orchestra come Carlo Maria Giulini, alle scenografie o regie di opera di Händel e Mozart fino alla musica contemporanea con allestimenti o installazioni per Giorgio Battistelli, Luciano Berio e Luca Francesconi.

VIDEO YOUTUBE

http://www.youtube.com/watch?v=65zk5BLJSzQ&feature=player_embedded

Ideazione e musica: Justė Janulytė Regia video: Luca Scarzella Assistente video: Michele Innocente Elettronica dal vivo: Michele Tadini, Antonello Raggi Scenografia: Jūratė Paulėkaitė Disegno luci: Eugenijus Sabaliauskas and Vilius Vilutis Solisti dell’ensemble Gaida: Edmundas Kulikauskas, Povilas Jacunskas, Rūta Tamutytė, Onute Švabauskaitė (violoncelli) Produzione Gaida Festival Vilnius, con il sostegno di Réseau Varèse – European Network for the Creation and Promotion of New Music, con i fondi del Programma dell’Unione Europea.

Write comment (0 Comments)

 

 

Venerdì 7 ottobre 2011 ore 22:30 nasce:

❤❤❤VINTAGE PEOPLE ...al PLANET ALPHEUS!❤❤❤
...il Centro Commerciale della Musica!!!
...
5 Sale per il Massimo del Divertimento Dance: LISTA OBBLIGATORIA

Disco! Dance! PoP! HaPPy! House Story! Salsa! Live! Karaoke! Cabaret!

----------------------------------------------------------------------------------

❤❤❤❤❤❤SALA VINTAGE!❤❤❤❤❤❤

Solo la Migliore Musica Revival, Disco & Dance dagli Anni '70-'80-'90 ad Oggi!:

Anni ‘70: ★DJ Lamal Tacat★
Anni ‘80: ★DJ Double Fab★
Anni ‘90: ★Gilda DJ★
PoP 2000: ★DJ Marco Gioia★
Ri-Animazione: ★Doctor Vintage★
Voce: ★Mr. V★
Animazione: ★Vintage Angels★

----------------------------------------------------------------------------------

❤❤❤❤❤❤SALA HOUSE STORY '90!❤❤❤❤❤❤

Le Origini della Musica House degli Anni '90 con contaminazioni Funky & Disco!

DJ ★Marco Trani★
DJ ★Franco Sciampli★
DJ ★Frank Salatino★

----------------------------------------------------------------------------------

❤❤❤❤❤❤SALA LATINA!❤❤❤❤❤❤

Salsa, Animazione Latina, Balli di gruPPo e di gruPP-one, Bachata e Reggaeton delle Migliori Scuole del Lazio:

★DJ Changò★
Animazione: ★Marvin Ramos★ & ★Las Chicas De La Fenix★

---------------------------------------------------------------------------------

❤❤❤❤❤❤SALA LIVE E KARAOKE!❤❤❤❤❤❤

Intrattenimento Musicale da Vivo, Karaoke e Messaggeria!

★Cristian Panico★ & ★I Vintage People★
DJ ★Kiko Vee★

---------------------------------------------------------------------------------

❤❤❤❤❤❤SALA CABARET!❤❤❤❤❤❤

Tutti i Cabaretisti Più Bravi dela Capitale



LISTA GARBATELLA

ingresso entro le H 01.00 10 euro
prenotazione tavoli 25 euro a persona

info 3391222430 o mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Write comment (0 Comments)

Garbatella Jazz Festival
Programma 2011 29-30 settembre 1 ottobre
Alla VILLETTA Via Francesco Passino 26 Via Degli Armatori 3
Ingresso Gratuito
Giovedì 29 settembre
H 19,30
“EMITIME”
Roberto Donadi – chitarra
Mauro Nota - contrabbasso
Sauro Giovannetti - batteria
H 21,30
“ANDREA GOMELLINI QUARTET”
Andrea Gomellini - chitarra
Claudio Corvini – tromba
Luca Pirozzi – contrabbasso
Andrea Nunzi - batteria
--------------------------------------------
Venerdì 30 settembre
H 19,30
Associazione “JAZZ IN CANTINA”
H 21,30
“PASQUALE INNARELLA QUARTET”
Pasquale Innarella – sassofoni
Francesco Lo Cascio - vibrafono
Silvia Bolognesi – contrabbasso
Roberto Altamura - batteria
--------------------------------------------
Sabato 1 ottobre
h 19,30
“DASA QUARTETTO”
Antonio Ricciardi – pianoforte
Alessandro Ionescu – chitarra
Dario Ambrosini – basso
Sauro Giovannetti - batteria
H 21,30
“EDDY PALERMO BOSSA JAZZ TRIO” ospite CLAUDIA MARSS
Eddy Palermo – chitarra
Pino Sallusti – contrabbasso
Gianni Di Renzo – batteria
Ospite, Claudia Marss – canto
Direttore artistico Pino Sallusti
Nell’ambito della festa sarà allestito un posto di ristoro

Write comment (0 Comments)

 

presenta

Enrico Montesano

in

PASSEGGIATE ROMANE

Da Petrolini a Montesano 100 anni di Varietà

 

 

 

testi di Nicola Fano e Enrico Montesano

un progetto speciale Sala Umberto

regia

Enrico Montesano

La Sala Umberto festeggia il suo primo secolo di vita rendendo omaggio a tutti i comici che hanno popolato la sua storia e lo hanno reso uno dei teatri più amati di Roma. Proprio nel 1911, la vecchia sala da concerto fu trasformata in un vero e proprio tempio del varietà e ad inaugurarla venne chiamato Ettore Petrolini. Ma qui trionfarono molti dei grandi della comicità popolare, da Nicola Maldacea a Totò, dai Fratelli De Rege a Aldo Fabrizi, Macario, Renato Rascel, Walter Chiari, Anna Magnani; come pure tanti interpreti della canzone romana, da Alfredo Bambi a Romolo Balzani. Quella nobile e lontana tradizione ha continuano a vivere nello spirito della Sala Umberto, fino alla sua rinascita negli anni Ottanta e ancora oggi, grazie alla sua vocazione comica d’autore.

Festeggiare la Sala Umberto significa anche festeggiare Roma e la sua tradizione comica e, proprio come un omaggio alla Capitale, si presenta il progetto articolato in tre momenti distinti: una mostra, uno spettacolo, un libro. Lo spettacolo Passeggiate Romane. Da Petrolini a Montesano 100 anni di Varietà ripercorre non solo un secolo di repertorio comico ma rivela anche le trasformazioni della romanità e il suo apporto fondamentale allo sviluppo dello spettacolo popolare.  A condurre questo gioco (mai nostalgico, sempre divertito e autoironico) è un grande romano: Enrico Montesano. Il quale, racconterà il suo punto di vista su Roma … la sua Roma e la romanità … richiamando non solo i suoi personaggi tipici, ma anche  le macchiette, le parodie e le canzoni dei grandi artisti come Ettore Petrolini, Nicola Maldacea, Aldo Fabrizi e tanti altri.

 

Così le Promozioni:

Martedì,  Mercoledì, Giovedì ore 21.00 -  Mercoledì 12 ore 17.00

Platea settore unico - ridotto € 35.00 (intero € 45.00)

Balconata - ridotto € 25.00 (intero € 35.00)

Fino ad esaurimento plafond.

Ufficio Promozioni – Filippa Piazza tel. 06.97274066

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Write comment (0 Comments)

EVENTI&SERVIZI

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

PARTNER

 

 

© 2016 Associazione Culturale e Sportiva Rione Garbatella | DISCLAIMER | COOKIE POLICY | Hosting by Bsnewline