FESTA DELL'ALTRA ESTATE A GARBATELLA

 

 

La festa dell’altra si svolgerà dal 5 al 15 luglio alla casetta rossa e nel Parco Cavallo Pazzo adiacente alla casetta.

Il 4 luglio Pre-Festa con il Tributo a Faber.

Tutti i giorni iniziative per bambini, presentazione di libri, spettacoli teatrali, musica, dibattiti e buon cibo

 

Quest’anno novità in cucina: Durante la festa sarà possibile assaggiare i prodotti degli orti urbani Garbatella e dell’Eutorto, un progetto sociale di autoreddito a cui la Casetta Rossa spa ha dato vita in collaborazione con le ex lavoratrici  e lavoratori di Eutelia.

Ogni giorno, dalla colazione alla cena, verranno offerte frutta e verdura di stagione, biologiche e provenienti dal lavoro collettivo di cittadini e associazioni del territorio.

Gli stessi prodotti vengono consumati durante l’anno dai partecipanti del gruppo d’acquisto solidale.

 

PROGRAMMA FESTA

Mercoledì 4 luglio

H 17.00 Workshop “Il riposo di Cavallo Pazzo” laboratori di autocostruzione e presentazione del progetto Carpooling...e vai!”

H20.00 Evento speciale  pre-festa

Tributo a Fabrizio De Andrè

9° edizione - (ingresso a sottoscrizione)

Giovedì 5 Luglio

H 18.00 Area bambini Laboratorio didattico per bambini: "Estemporanea di Verdura: Orto riciclato e Timbri Naturali." A cura dell’ Associazione L’ortica

Impariamo a realizzare un orto a partire da materiale di riciclo. Noi portiamo i semi, voi la vostra fantasia! A seguire, realizziamo delle opere d'arte con frutta, verdura e tanti colori.

H 18.30 Brindisi di apertura festa, saluti del Presidente del Municipio XI  Andrea Catarci e di Gianluca Peciola,  vicepresidente commissione ambiente Provincia di Roma, e compagno-a di casetta.

H19.00 Incontro con Daniele Vicari regista di Diaz (Dibattito da organizzare)

H 21.30 Cinema Diaz – Non pulire questo sangue. Di Daniele Vicari

 

Venerdì 6 luglio

H 18.00 Area bambini Laboratorio per bambini e adulti : "Passeggiata verde" .              A cura dell’ Associazione L’ortica.

Passeggiata didattica al parco, per riconoscere le principali erbe spontanee presenti in città!

H 18.30 ReD cycleLab- la moda è un ingranaggio collettivo-.

Il laboratorio di sartoria ReDycle diventa Stancil. Porta una maglietta, un abito o quel che vuoi e potrai creare un capo ReDcycle o Casetta Rossa

H 21.30 Max Paiella and the rabbits in “Paiellata”

 

Sabato 7 luglio

H18.00  Area bambini Laboratorio didattico per bambini: "Estemporanea di Verdura: Orto riciclato e Timbri Naturali." A cura dell’ Associazione L’ortica.

Impariamo a realizzare un orto a partire da materiale di riciclo. Noi portiamo i semi, voi la vostra fantasia! A seguire, realizziamo delle opere d'arte con frutta, verdura e tanti colori.

H  18.30 “Orti urbani comunitari, giardini condivisi un bene comune per la Roma che verrà” incontro aperto con le realtà che si occupano di orti urbani e giardini condivisi a Roma. Partecipano: Hortus Urbis, EUTorto, Orti Urbani Garbatella, Giardinieri Sovversivi, Ass. Navdania International,  Introduce Zappata Romana, coordina Gianluca Peciola

H 21.30 Docu-Reading Teatrale EMPORIUM

poemetto di civile indignazione.

Di Marco Onofrio. Con Maria Enrica Prignani, Ernesto D’Argenio, Barbara Frascà. riprese video Andrea Gagliardi, sonorizzazioni MinimalRome, video proiezioni Gianluca Faberi, luci Valerio Gagliardi. Regia Barbara Frascà

 

 

Un allarme introduce lo spettatore in uno stato di allerta, di ascolto. Tutto lo spettacolo, le sue interviste, il contenuto stesso del poemetto, in definitiva la realtà in cui viviamo si trovano in uno stato di allarme che se trascurato porta al fuoco, alle fiamme. Questo incendio rappresenta, da un lato, la naturale conseguenza di un allarme che, rimasto per troppo tempo inascoltato, ha procurato dei danni visibili agli occhi di tutti e, dall’altro, la volontà dei cittadini di non rimanere inermi e quindi di bruciare metaforicamente una situazione che non va. E dalle ceneri finalmente rinascere.

 

Domenica 8 luglio

H 18.30 Riavvia il pianeta a cura di Terra! Onlus

H 21.30 Spettacolo teatrale “35 anni di madres”

regia di Francesco Calandra e Maria Grazia Liguori con la partecipazione di : Maria Letizia Gorga - voce recitante
musiche a cura di: MAT, Marcello Allulli-sax tenore, Francesco Doiodati-chitarra, Ermanno Baron-batteria

35 anni di lotta,iniziata dalla Plaza de Majo e oggi famosa in tutto il mondo.
35 anni di resistenza della vita sulla morte,

un impegno capace di generare sogni,progetti,relazioni

in una straordinaria indicazione di pratica politica

che va ben oltre la storia argentina.
Questo spettacolo vuole rendere omaggio tramite filmati ,

poesie e musica a queste donne

madri non piu' dei singoli figli, ma di tutti i trentamila desaparesidos.
Testimoni di una dittatura figlia di quella cilena del '73

e madre di quella italiana del '94....

Lunedì 9 luglio

H 18.00 Area bambini Teatro sciò sciò in “Don Giovanni e donna Elvira” performance comico- romantica su trampoli.

H 18.30 Presentazone del libro Timira. Romanzo meticcio

di Wu Ming 2, Antar Mohamed (Ed Einaudi).

Intervengono Wu Ming 2 e Lorenzo Teodonio.

Reading di e con Tamara Bartolini_Michele Baronio.

 

Timira è un romanzo meticcio scritto da tre persone, la protagonista si racconta e viene raccontata dal figlio, lo scrittore di origini somale Antar Mohamed, e da uno dei membri del collettivo di scrittori bolognesi Wu Ming, i "senza nome" che rifiutano la celebrità individuale e che si schierano dalla parte della democrazia e della condivisione delle opere artistiche e creative.

H 21.30 Spettacolo teatrale  Associazione culturale Sottopalco nbe presenta:

"Angelina, detta niné"

scritto e diretto da Noemi Serracini.

Interpreti:Sonia Barbadoro

Selezione Immagini:Riccardo Sansone.

Scene/Costumi: Massimo Troncanetti-Alessandra Solimene

 

Il monologo è ambientato durante il II conflitto mondiale e ha come scenario lo storico quartiere romano della Garbatella. Angelina è una donna forte che fa dell’amore la sua ragione di vita ed è disposta a tutto pur di tenere lontani i nazisti dai suoi famigliari. Come in un flash-back cinematografico Angelina parla rivolgendosi ai soldati e poi al pubblico, in un percorso a ritroso nel tempo, lascia emergere immagini, suoni, ricordi, di un passato che non si può cancellare, ma che trova la sua consolazione nel presente e nel senso stesso della memoria. Perché oggi, una tragedia ancora più grande sarebbe dimenticare la storia

 

Martedì 10 luglio

H 18.30 A MORTE IL ROMANTICISMO!

Presentazione dei libri Romanticidio (Ed. Fandango)  di Carolina Cutolo e Racconti per ragazze sole o male accompagnate (Ed. Giulio Perrone) di Slavina

Interverranno le autrici Carolina Cutolo e Slavina introdotte e moderate da Alessandra Di Pietro e Alessandra Pucci

Per una serata di riflessione e dibattito intorno alla necessaria morte del Romanticismo nella sua forma patriarcale e mercenaria, verso la liberazione dei corpi e dei sentimenti.

H 21.30 Presentazione del libro “La noia incarnita”- Il teatro involontario

di Flavia Mastrella Antonio Rezza

a cura di Rossella Bonito Oliva (Barbès Editore)

saranno presenti  Antonio Rezza e Flavia Mastrella nel corso della serata proiezioni

di  cortometraggi e Troppolitani.

 

L’opera di Antonio Rezza e Flavia Mastrella rifiuta da sempre ogni definizione della critica, la canalizzazione in un genere o anche solo la comprensione univoca. Rivolgendosi direttamente ai nostri sensi, frammentari per definizione, estorce infinite realtà dal più piccolo dettaglio, trasfigura l’esistente e lo sovraccarica fino a sconfinare nella mostruosità.

Mercoledì 11 luglio

H 18.00 Area bambini Laboratorio “Cuciamoci una storia” “Dalla pecora al maglione”. A cura dell'associazione L'arteaparte

Stoffa colorata, aghi da lana, gomitoli di lana, bottoni, imbottitura e… tanta creatività. Ecco gli ingredienti giusti per far creare ai bambini originali pupazzi in feltro, utilizzando una tecnica di cucito non pericolosa per loro, sostituendo gli aghi classici con quelli da lana, aventi la punta arrotondata, e seguendo una guida di cucito semplificata da sagome pre-forate che saranno cucite e imbottite dai piccoli sarti.

 

Il laboratorio consente ai bambini di sperimentare il procedimento che, a partire dal vello della pecora, consente di ottenere il filato di lana, la sua tintura, e la realizzazione di un piccolo tessuto di filato. Attraverso un gioco di simulazione si avvia la conoscenza delle varie parti dell’animale e dei sui principali prodotti, soffermandoci in particolare sulla lana. Per mezzo dell’attività ludica si analizzano e si sperimento tutti i vari processi: tosatura, cardatura, filatura, tintura. Inoltre si faranno creare ai bambini dei piccoli tessuti di filato, utilizzando dei telai appositamente progettati per le loro piccole mani.

H18.30 Presentazione del libro Senza passare per Baghdad

di Luigi Farrauto

(Ed Voland)

Alex e Jari sono amici dall’infanzia e condividono la passione per la fotografia, ma sono diversi come il bianco e il nero che entrambi prediligono.

Alex presta le sue mani per servizi fotografici pubblicitari. Non sopporta l’imprevisto, odia viaggiare e adora la sua città, Milano, e le atmosfere nebbiose. Jari invece è un fotoreporter, gira il mondo con entusiasmo, si nutre di scatti e di colori vivi. Spesso lontani, si raccontano le loro vite spedendosi le fotografie più riuscite.

Ma le scelte possono cambiare, e Damasco e la sua medina sono a portata di mano

H 21.30 -Reading - Valerio Aprea . Presentazione ed esecuzione dal vivo di  “In mezzo al mare” di Mattia Torre.

 

In occasione dell’uscita del libro di Mattia Torre che raccoglie alcuni dei suoi monologhi il finto e il vero sceneggiatore di Boris incontrano il pubblico della Casetta Rossa per una serata speciale della Festa dell’altra estate.

Giovedì 12 luglio

H 18.00 Area bambini: Favolosa di e con Sara Aprile

 

“ Io son’ la Mama Bianca e di raccontar storie non son’ mai stanca…” La Cantastorie arriva in città con borse colme di felicità, con storie che solleticano la curiosità...e non crediate che le fiabe sian’  solo per i bambini!!! Le fiabe sono la storia, il futuro ed il presente…. Beato chi le ascolta e chi le sente…e ancora più beato è chi nel cuore le terrà…. E ad un altro cuore raccontarle potrà!!

H18.30 Presentazione del libro DADDO E PAOLO

“L'inizio della grande rivolta. Roma, piazza Indipendenza, 2 febbraio 1977”

di Lanfranco Caminiti, Claudio D’aguanno, Tano D’Amico, Giancarlo Davoli e Turi Fileccia. (DeriveApprodi Editore).

Reading di e con Tamara Bartolini_Michele Baronio
Intervengono gli autori.

H 21.30 Spettacolo teatrale “o Taccia per sempre”

di  Pamela Sabatini

Con Valeria Bianchi e Pamela Sabatini. Regia di Pamela Sabatini. Assistente alla regia Valeria Bianchi. Light Designer Dario Aggioli.

 

Un viaggio tra passato e presente: ci accompagnano lungo il tragitto le note di un organetto a musicare vecchie filastrocche o strofe di cui si è persa la melodia. La ricerca della memoria diventa una cura al disagio, una vera immersione nella propria storia, fatta di aneddoti, fughe, miracoli, tragedie e gioie improvvise. Tutto si mescola attraverso il ricordo.

 

Venerdì 13 luglio

H18.00 Fausta Manno – Comp. Clownotto Fiabe un po’ up.

Un libro narrato in maniera ironica: I tre Porcellini

H 18.30 Presentazione del libro Sdisonorate – Le mafie uccidono le donne – a cura dell’Associazione daSud. Interviene Angela Ammirati (Ass.ne daSud), coordina il dibattito Marta Bonafoni

La prima assassinata è del 1896, le ultime di pochi mesi fa. Sono le donne ammazzate dalle mafie. Una ricerca, certamente parziale, che tuttavia vuole essere uno stimolo per una discussione pubblica e una mappa conoscitiva su un tema difficile e contraddittorio come quello del rapporto tra donne e mafia.

Le ricerche di “Sdisonorate” sono di Irene Cortese, la cura è stata di Cortese, Sara Di Bella e Cinzia Paolillo. Ai testi hanno collaborato Angela Ammirati, Danila Cotroneo e Laura Triumbari.

H 21.30 Poesia e Teatro   Fragili guerriere

di e con Rosaria Lo Russo, Ilaria Drago,

Carlotta Piraino, Jonida Prifti. A cura di Daniela Rossi.

 

Fragili e temerari sono i personaggi presentati dalle attrici /autrici.

Rosaria Lo Russo legge testi suoi  e di due grandi poete del 900, Amelia Rosselli e Patrizia Vicinelli, le fragili guerriere cui è dedicata la serata, Ilaria Drago dà voce alla filosofa Simone Weil, Carlotta Piraino  è Lia Traverso, giovane donna morta in manicomio e la performer albanese Jonida Prifti porta in scena l' ambiguità della parola in una dimensione doppia della lingua.

In scena quattro donne diverse tra loro ma unite dalla stessa ricerca del Sé; ognuna di loro è una pioniera, sono fragili guerriere che hanno la forza e il coraggio di perseguire progetti di ampio respiro e innovativi, con un senso etico oltre che estetico, volto alla trasformazione della società e dell’immagine della donna, basato sulla consapevolezza di una forza dirompente e nuova.

 

Fragili Guerriere è il titolo del dvd di Daniela Rossi, omaggio a Rosselli e Vicinelli, creato in occasione di Romapoesia poEtiche 2010 (curato da Maria Teresa Carbone e Franca Rovigatti): è anche il titolo del manifesto politico/poetico di Daniela Rossi e Rosaria Lo Russo(2011).

Sabato 14 luglio

H 18.00 Area bambini Oggi cucino io!

H 18.30 Aperitivo musicale con Ricky

H 21.30 Upr agency presenta: Massimo Zamboni

in

PROVE TECNICHE DI RESURREZIONE

-Reading acustico sul cadere dell'ultima ora-

Massimo Zamboni : Voce, chitarra acustica, letture, basi musicali

Cristiano Roversi : tastiere-basso-basi

 

Tratti dagli album pubblicati come solista e dai libri scritti, una serata di suoni e parole, racconti, pensieri e omissioni. Un percorso di resurrezione, svolto a nome collettivo, a partire dai luoghi dell'azzeramento assoluto (Mostar, Birkenau, Berlino), dallo sconforto personale. Istruzioni per reagire contro i profeti di sventura.

 

Domenica 15 luglio

Dalle 17 l’acqua è bene comune e non si vende! Gavettoni !!!!!!

H 18.30 Iniziativa No Tav

H 21.30De Roma li mejo fiori” concerto

Muro del Canto

Francesca Cicchinelli

Write comment (0 Comments)

 

La OGM – Orchestra della Garbatella Multietnica è alla ricerca di musicisti stranieri...venite a suonare con noi!
Se siete interessati, rispondete qui oppure scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

The OGM – Garbatella Multiethnic Orchestra is looking for “non-Italian” musicians...come and join the orchestra!
If you would like to play music with us, write a comment here or write to Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Write comment (0 Comments)

 

SUK OVEST BANDITI A ROMA

(Secondo libro di Massimiliano Smeriglio)

Appuntamento a Garbatella per la presentazione del nuovo noir metropolitano di Massimiliano Smeriglio, in libreria con Fazi dal 22 giugno. Ne parleranno con l’autore Nichi Vendola, Marta Bonafoni, Gioacchino De Chirico e Gianluca Peciola. Letture di Tamara Bartolini, Anna Foglietta, Tiziana Foschi, Carmen Iovine, Tosca e Massimo Venturiello

Dopo Garbatella Combat Zone, Massimiliano Smeriglio torna nella ‘sua’ Garbatella per raccontare una Roma violenta e ferita, caotica e multiforme, corrotta e decadente. Protagonista un rapinatore duro e puro che si aggira in una ragnatela di strade e di intrighi per vendicare la morte dell’amico di una vita. Sullo sfondo, bande criminali che si contendono il territorio a suon di sparatorie, tossici, writer, sbirri corrotti e prostitute. “Un’avventura febbrile nella Roma di oggi, una metropoli indecifrabile governata dalla legge della violenza. Dove affiora il volto antico del male di sempre”, ha scritto a proposito del romanzo Giancarlo De Cataldo.

In libreria dal 22 giugno con Fazi, Suk Ovest. Banditi a Roma sarà presentato dall’autore alla presenza di Nichi Vendola, Marta Bonafoni, Gioacchino De Chirico e Gianluca Peciola. A leggere frammenti del romanzo, gli attori Tamara Bartolini, Anna Foglietta, Tiziana Foschi, Carmen Iovine, Tosca e Massimo Venturiello. Appuntamento, naturalmente, a Garbatella.

GARBATELLA COMBAT ZONE DI MASSIMILIANO SMERIGLIO

Prima fatica letteraria del consigliere provinciale.

Garbatella combat zone è stato selezionato fra i 25 romanzi che parteciperanno alle fasi finali della XIII edizione del Premio Città di Cuneo, dedicato agli scrittori che hanno pubblicato il loro Primo Romanzo.
Una giuria e un comitato di lettori pronuncerà il verdetto fra un anno esatto, in occasione della manifestazio...ne "Scrittori in città". Data prevista: novembre 2011. Tra i concorrenti in gara per l'edizione di quest'anno, Silvia Avallone, Paolo Sorrentino, Vladimiro Polchi, Massimiliano Smeriglio.

Write comment (0 Comments)

 

6 - 10 giugno 2012
Palladium

Orari da definire

INGRESSO LIBERO

IlRoma3FilmFestival riunisce ed intreccia iniziative diverse che nel tempo sono andate crescendo come significativi momenti di riflessione e confronto delle attività di studio e sperimentazione artistica di studenti, laureati ma anche professionisti del cinema, del video e delle arti elettroniche gravitanti attorno all’università. All’inizio l’evento, nato nel 2005 (ma per anni aveva già avuto un suo spazio, la “Carta Bianca Dams”, presso “Arcipelago”) era rivolto soprattutto agli studenti dei Dams italiani, ma è cresciuto sempre di più, anche grazie al forte impegno del Dipartimento Comunicazione e Spettacolo, il coinvolgimento di professionisti dell’audiovisivo in qualche modo legati alla formazione, sottolineando l’importanza di un progetto in continua espansione che si è radicato nel corso di un decennio. Cinque giornate di forme brevi e lunghe, di sperimentazioni visive, di spettacoli, seminari, laboratori, conferenze, dibattiti e incontri con i protagonisti animeranno il Teatro Palladium, dando anche spazio, per dare un segnale politico e culturale di sinergie e ibridazioni, al teatro e alla musica. Si vedranno film di genere e anteprime d’autore, si assisterà a spettacoli dal vivo e a performance musicali. In particolare poi, quest’anno, il festival sarà anche la sede di un convegno, organizzato dall’Ateneo di Roma Tre in collaborazione con altre università (Udine, Calabria, Cagliari, Iulm Milano) dedicato alla formazione dei quadri nel cinema italiano e alle Film Commissions, con attenzione anche a temi cari al Di.Co.Spe. quali la distribuzione universitaria e l’insegnamento del cinema nelle scuole. L’obiettivo del Roma3FilmFestival è quello di consacrarsi come crocevia di giovani talenti (auspicabilmente anche internazionali), come punto di incontro di professionisti del cinema che in qualche modo hanno a che fare con la didattica e con la formazione, nella consapevolezza della complessità dell’universo audiovisivo e di quello delle arti performative. Il festival si è ormai radicato come annuale monitoraggio dell’immaginario giovanile, dell’universo iconico e delle tendenze artistiche e culturali in atto.

 

Write comment (0 Comments)

Montale e Leopardi in musica

SCUOLA POPOLARE DI MUSICA DI TESTACCIO

31 maggio 2012

PROGRAMMA

Coro di morti, Ultimo canto di Saffo, Canto notturno di un pastore errante dell’Asia

oratorio di Giovanna Salviucci Marini

La composizione,su testi di Giacomo Leopardi si compone di tre brani: il “Coro dei Morti”, “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia” e “l’Ultimo canto di Saffo”. Questi canti, scritti originariamente per coro e orchestra d’archi,  sono stati eseguiti per la prima volta a Roma nel 1997; in questa occasione vengono riproposti con l’ organico composto da doppio quartetto vocale e strumentale che conferisce alla composizione una sonorità del tutto nuova.

con

Quartetto Urbano, quartetto vocale: Germana Mastropasqua, Flaviana Rossi, Michele Manca e Xavier Rebut
I Quattro Venti, in versione quartetto di sassofoni: Marco Conti sax soprano, Francesco Marini sax contralto, Sandra Ugolini sax tenore, Elvio Ghigliordini sax baritono
direzione musicale
Xavier Rebut

 

oratorio di Giovanna Salviucci Marini su liriche di Eugenio Montale e dialoghi di Cassandra e Antigone tratti da Sofocle

La composizione, in prima esecuzione assoluta in  questa stesura, prende spunto da sette poesie di Montale tratte dalla raccolta Ossi di Seppia. Le poesie  si intercalano con un dialogo tra Antigone e Ismene  tratto dalla omonima tragedia di Sofocle e con testi tratti dal libro Cassandra di Christa Wolf. Le tre soliste, che interpretano i ruoli di Antigone, Cassandra ed Ismene, parlano ciascuna secondo il proprio concetto di libertà e legalità; tra i dialoghi si inseriscono le poesie di Montale che conducono da un pensiero all’altro secondo un concetto di totale libertà del vivere e del sentire espresse con toccante efficacia dal poeta. In questa composizione, come in molti lavori di Giovanna Marini, si ritrovano quei temi cari all’autrice che rivolge la sua attenzione alla profondità del pensiero umano, alla sua libertà nell’agire, al suo bisogno impellente di trovare piena espressione nei sentimenti. Attraverso la posia di Montale ed i testi della Wolf, Giovanna Marini ci trasporta nell’attualità attraverso temi arcaici trattati alla luce di uno sguardo femminile e di una poetica disincantata dove spicca la necessità di una salvezza affidata alla propria originalità.

con

Quartetto Urbano, quartetto vocale
Germana Mastropasqua, Antigone
Patrizia Rotonda, Cassandra
Flaviana Rossi, Ismene
Coro Favorito: Sandra Cotronei, Germana Mastropasqua, Patrizia Rotonda, Susanna Ruffini, Lucia Staccone, Sabine Fontaine, Giovanna Salviucci Marini, Flaviana Rossi, Antonella Talamonti, Giuseppe Caltabiano, Bruno Mattei, Xavier Rebut, Enrico Scarinci, Vincenzo Zappa, Gianpaolo Castelli, Stefano De Felici,Michele Manca, Andrea Monaco, Fiammetta Tosti
direzione musicale Xavier Rebut

Write comment (0 Comments)

Dal 15 al 27 maggio

Femmine Esagerarte

presenta

MILONGA MERINI

poesia, tango e follia

con Barbara Saba

Anna Karina Rossi

drammaturgia e regia di Carmen Giardina

misica dal vivo Trio de la Sombra

Raccontare Alda Merini attraverso la musica vuol dire onorare la sua seconda grande passione. Studiava pianoforte, cosa che amava moltissimo, e dovette smettere. Fu un grande dolore, come racconta lei stessa. La poesia della Merini condivide con il tango la passione d’amore senza speranza, la struggente malinconia e insieme una vitalità inarrestabile.

Varie sono le corrispondenze, il tango parla spesso della follia d’amore, “Loca” è il titolo di un famoso tango, “Pazza”, come lei fu considerata per molti anni, reclusa in un manicomio che avrebbe potuto annichilire il suo talento (ma per fortuna sua e nostra questo non è successo).

Scopriremo attraverso le sue parole come sia riuscita a sopravvivere a tutto questo, gli amanti, gli anni del manicomio, le figlie lontane ma amatissime e l’amore per la poesia che può salvare una vita.

Una milonga ancora deserta, immersa nella penombra.

Abat-jour accese sui tavolini disposti in cerchio. I musicisti entrano e prendono posto davanti ai loro leggii. Un uomo entra e siede ad un tavolino. Attende una compagna per danzare. Il pubblico verrà invitato a prendere posto anche sul palco, occupando le sedie ai tavolini. Al centro, al microfono, come fosse una cantante, una giovane Alda Merini (Barbara Saba) ci parlerà attraverso i suoi scritti, diari e lettere, come chi abbia voglia di raccontarsi, quasi una confessione davanti ad estranei, un bicchiere di vino tra le dita.

I personaggi della sua vita evocati di volta in volta entreranno nel cerchio, intrecciando con lei passi di tango, versi, vita vissuta, a volte interrotti dalle canzoni interpretate dalla cantante. In questi momenti alcune persone del pubblico verranno invitate dagli interpreti a ballare, come in una vera milonga.

TEATRO AMBRA ALLA GARBATELLA

piazza Giovanni da Triora 15, Roma - tel. 06 81173900

mar/sab h 21.00 - dom h 17

BIGLIETTI: ridotto € 12,00 intero € 15,00

www.ambragarbatella.eu

Write comment (0 Comments)


Mercoledì 9 maggio H 18.00

Prima presentazione romana de:

"Il Torto del soldato" di Erri De Luca Ed. Feltrinelli in libreria dal 26 aprile

presso Casetta Rossa, Via Magnaghi 14 Free Garbatella



Chiacchiera con l'autore

Il libro sarà introdotto da un "Omaggio all'autore" a cura di Tamara Bartolini, Michele Baronio, Carmen Iovine

"Sono decisa a raccontare questa mia vicenda a beneficio di chi potrà capirla meglio di me" Spero in un lettore che possa un giorno spiegarmela". È una donna a lasciarsi raccontare. Ed è la sua storia di figlia, quella che racconta. Il padre, tanto anziano da passare per lungo tempo come suo nonno, ha continuato a ripetere "il torto del soldato è la sconfitta" per gran parte della sua vita. Almeno della vita che ha vissuto dopo la caduta del Terzo Reich - braccato dai suoi potenziali giustizieri e soprattutto dal senso della sconfitta. Si è fatto una nuova famiglia a Vienna dentro il guscio di una calma e di una normalità apparente. Alla figlia ha sempre assicurato buone vacanze, d'inverno nel Tirolo, d'estate a Ischia. E a Ischia lei ha imparato a nuotare da un ragazzo sordomuto: per tutta la vita la mano che la teneva sospesa sull'acqua è stato l'unico segno di leggerezza di cui ha fatto esperienza. Per poter continuare ad essere figlia ha messo infatti un macigno sulla sua femminilità, sulla sua sessualità, sul suo corpo. Il senso della sconfitta si acuisce quando il padre scopre i libri della Kabbalà e lo studio di quel misterioso scambio delle parti fra numeri e lettere diventa la sua nuova martellante ossessione. E ancora più martellante appare e continua a riapparire il 190, il numero della vendetta.

Write comment (0 Comments)

Festival internazionale di musica indipendente - music project l8/10 Eventi a Roma

Festival internazionale di musica indipendente - music project l8/10 Eventi a Roma
Festival Internazionale di Musica Indipendente a Garbatella

Festival internazionale di musica indipendente - music project l8/10 Eventi a Roma
Dal 13/05/2012 Al 14/07/2012

Un nuovo modo di ascoltare musica, con spettacoli trasportati nei giardini del Lotto numero 10 della Garbatella, che ci accompagnerà fino all'arrivo dell'estate.

ASCOLTEREMO MELODIE PROVENIENTI DAL MONDO, UNA MANIFESTAZIONE DELLA DURATA DI TRE MESI NEL FANTASTICO SCENARIO DELLA GARBATELLA.

Le mattine di Maggio e Giugno si tingono dei colori del mediterraneo con artisti africani, europei, mediorientali.

I pomeriggi di Luglio sono attraversate da atmosfere latino/americane e da visioni teatrali.

Questo il programma :

Lavinia Mancusi
24 giugno - ore 10.45
Un quartetto di musicisti nato nel 2010 con l' intento di riproporre e rivisitare il repertorio sia della musica mediterranea che della musica classica napoletana e romana attraverso uno spirito di sperimentazione che deriva dalle personali e molteplici origini musicali.
Con:
Lavinia Mancusi, Riccardo Medile, Gabriele Gagliarini, Andrea Grassi

Tierra Nueva
1 luglio - ore 18.00
Tierra Nueva è una stanza metafisica, nella quale si incontrano musicisti che danno vita a uno spettacolo unico dove la Pasion Flamenca, el Sabor Latino, la Melodia Italiana si fondono in un Mix originale pieno di colori, sapori, poesia.
Con:
Maurizio Mandalari, Daniele Bonaviri, Gabriele Gagliarini

Ama Trio
14 luglio - ore 18.00
La musica lega e racconta la vita dei tre musicisti-attori, asseconda gli stati d'animo e lo "stile" di ciascun attore, li farà incontrare, scontrare e rimanere soli sul palco. Un tema caro a chi è del mestiere, posto in un equilibrio sempre precario tra esigenze musicali e personali. Musica classica e di tradizione, brani di Stravinskj, tarantelle cilene, italiane e bulgare riarrangiate e teatralizzate per la regia di Silvia Pettinaro e Marco Di Pietro.
Con:
Paolo Montin, Silvia Pettinaro, Marco Di Pietro

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/eventi/concerti/festival-internazionale-di-musica-indipendente-music-project-l8-10-fast-panj.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809
Write comment (0 Comments)

Festival delle arti sceniche contemporanee | VI° edizione

TEATRI DI VETRO

17 - 26 maggio 2012
Palladium

orari vari

€ 5

Teatri di Vetro è luogo di ricezione e visibilità delle realtà e dei progetti più interessanti della scena contemporanea nazionale. Programma attraverso il lavoro costante di relazione con gli artisti, sostenendone i percorsi creativi e attraverso l’ avviso pubblico, fotografando il paesaggio delle arti sceniche contemporanee.
La mappa del festival include teatri e spazi urbani, cortili e strade del quartiere, interagisce con gli abitanti e le comunità, coinvolge un pubblico ampio e differenziato e si restituisce alla città come un’occasione e un’esperienza di pratiche e pensiero.
Per l’anno 2012, il triangolo scaleno teatro/Teatri di Vetro è partner associato di ANTICORPI XL, primo network indipendente italiano dedicato alla giovane danza d’autore che coinvolge attualmente 19 operatori di 13 Regioni.
Nasce inoltre la sezione ARTI sceniche in video dedicata ad artisti e compagnie professionali del territorio nazionale che hanno scelto il linguaggio della videodanza e del videoteatro come forma espressiva.

Kafka scriveva tutta questa letteratura è assalto ai limiti. Si riferiva alla sua generazione che assaltava i padri e ripartiva da un sentire profondo, fortemente individuale e fortemente collettivo.

Non arrendersi all’assenza di senso. Non vagare tra spettri. Pensare che il desiderio è un’azione concreta. Così TDV si fa progetto, non più solo festival. Assalta ai limiti che tempi asincroni con i processi vorrebbero imporci. Si forza e si dilata, si fa eccedente. Pensa e progetta in rete. Fa spazio per i pensieri degli artisti sulla scena, per le elaborazioni teoriche che si sono fatte corpo, per il pensiero di chi la scena la crea. E in dieci giorni programma opere e creature che si incarnano nell’ipertensione fisica e intellettuale, che guardano ai padri e li tradiscono, che affrontano faccia a faccia la propria incompletezza e vivono nella tensione con la propria impotenza. Così pensiamo che TDV riesca a conservare il rumore di tutti coloro che non programma, confidando nell’eccesso e nella sua capacità di ricomprendere.

Progettare, ora più che mai, è un assalto ai limiti, ai propri innanzitutto.

Ma il teatro che verrà avrà le nostre sembianze. Dobbiamo progettarci per essere all’altezza dei nostri desideri e delle nostre aspirazioni, cercando la nostra necessità, non più i nostri sogni.

Roberta Nicolai

...vogliamo ringraziare tutte quelle compagnie e quegli artisti che in tempi di crisi, malgrado la crisi e soprattutto dando l'assalto alla crisi, sono convinti che i processi di produzione artistica non hanno limiti,

di spazio, di tempo di luogo, politici, economici, sociali, culturali, poetici, filosofici, antropologici, architettonici...

Programma

Clicca sui giorni per espandere la scheda

Giovedì 17 maggio

Venerdì 18 maggio

Sabato 19 maggio

Domenica 20 maggio

Lunedì 21 maggio

Martedì 22 maggio

Mercoledì 23 maggio

Giovedì 24 maggio

Venerdì 25 maggio

Write comment (0 Comments)

SERVIZI

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

PARTNER

  

 

 

© 2016 Associazione Culturale e Sportiva Rione Garbatella | DISCLAIMER | COOKIE POLICY | Hosting by Bsnewline