GARBATELLA ARRIVA L'ORCHESTRA GIOVANILE TEATRO OPERA DI ROMA

 

Teatro dell'Opera di Roma...Investire sui giovani

 

 

TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

TEATRO PALLADIUM

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TRE

Programmazione  musicale giugno-luglio 2014

ORCHESTRA GIOVANILE DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

         
            

Mercoledì 9 Luglio 2014 ore 20

Programma

Franz Joseph Haydn, Sinfonia n.104 in re maggiore

 Gioachino Rossini, Semiramide, Ouverture

 MauriceRavel,Pavane pour une infante défunte

Ingresso libero                                                                                   Info:promozione.pubblico(at)operaroma.it

 

Importante

Dipartimento Didattica e Formazione 


 “ Investire sui giovani” al Teatro dell’Opera di Roma non è una frase di circostanza che si sente  troppo spesso e  inutilmente. “ Investire sui giovani” al Teatro dell’Opera è considerato un imperativo morale, un dovere istituzionale, una missione strategica.
L’obiettivo principale del Dipartimento è quello di formare i futuri professionisti del Teatro: professori d’orchestra, ballerini, cantanti.
L’obiettivo subalterno al principale ma ad esso collegato è quello di formare il pubblico di domani, producendo per le  scuole gli spettacoli che vedono impiegati i nostri allievi.
Il Teatro dell’Opera di Roma, attraverso il Dipartimento Didattica e Formazione intende avvicinare e coinvolgere i giovani all’arte della Danza e della Musica e offrire loro nuove opportunità per conoscere la grande tradizione del Teatro Musicale, nostro patrimonio culturale da valorizzare e tramandare.
L’offerta del Dipartimento permette di coinvolgere i giovani in modo diretto, potenziando la loro creatività e la loro formazione, educandoli e appassionandoli ad un mondo per alcuni di loro a volte lontano e irraggiungibile, in una logica di investimento per il futuro.
Migliaia di ragazzi partecipano alle proposte didattico-educative del Teatro: incontri, laboratori, spettacoli, attività formativa; è un numero crescente di adesioni che testimonia la forte attenzione del Teatro per la creazione di un nuovo pubblico e per lo sviluppo della cultura musicale tra i giovani da una parte e la formazione di futuri professionisti dall’altra.

Il Dipartimento è strutturato su diverse aree formative e didattiche, con differenti livelli e obiettivi:
• L’orchestra Giovanile
• La Scuola di Canto Corale per voci Bianche
• La Scuola di danza
• I progetti per le scuole

Gli spettacoli prodotti dal Dipartimento Didattica e Formazione sono realizzati grazie alla preziosa collaborazione di tutta l’organizzazione del Teatro dell’Opera di Roma - la Direzione di Produzione, la Direzione degli Allestimenti Scenici, dell’Archivio Musicale, della Sartoria, dell’Ufficio Stampa e dall’Ufficio Promozione - e spesso vedono riunite nella stessa produzione le compagini della Scuola di Danza, della Scuola di Canto Corale e dell’Orchestra Giovanile.
Tutte le attività educative e l’intrattenimento sono l’alimento di itinerari didattici finalizzati alla conoscenza e alla diffusione dell’opera lirica e della danza. Con approcci mirati, in base alle fasce di età, gli studenti di ogni ordine e grado possono scoprire i segreti della vita quotidiana di un grande teatro e le diverse creatività artistiche e tecniche che si esprimono e si realizzano negli allestimenti: le prove d’orchestra, le prove di scena, il canto, la regia, le scene, le luci, i costumi, lo spettacolofinale.
Le iniziative del Dipartimento Didattica e Formazione si tengono principalmente all’interno delle sedi del Teatro dell’Opera, ma anche all’esterno: in Musei, Gallerie, aule scolastiche e universitarie e con attività decentrate in sinergia con le istituzioni di riferimento.
L’ORCHESTRA GIOVANILE
Il 21 aprile 2012 è stata ufficialmente istituita l’Orchestra Giovanile del Teatro dell’Opera di Roma. La direzione è stata affidata al Maestro Nicola Paszkowski, già direttore docente dell’Orchestra Vincenzo Galilei della Scuola di Musica di Fiesole e, dal 2000, dell’Orchestra Giovanile Italiana, prefiggendosi  lo scopo di farla diventare non solo il luogo  di un’attività didattica completa, ma anche quello di una  formazione finalizzata alla produzione,  all’acquisizione degli strumenti necessari al lavoro di professore d’orchestra. Una realtà didattica di perfezionamento orchestrale di questo tipo, che prepara alla professione, per i giovani è una speranza di futuro. Rappresenta quindi un’importante opportunità data in Italia a chi vuol fare della musica il suo domani. I giovani orchestrali, oltre all’attività didattica tenuta dal maestro Paszkowski, seguono anche le lezioni individuali e a sezioni con i professori Prime Parti del Teatro dell’Opera di Roma, garanzia di qualità, esperienza e professionalità altissima .
L’Orchestra, costituita da 51 elementi, di età compresa tra i 16 e i 25 anni,provenienti da tutta Italia (Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania, Calabria, Sicilia) e dall’estero (Turchia, Regno Unito, Polonia, Taiwan), è destinataria di un’attività didattica  che si svolge a cadenza mensile, da Gennaio a Luglio compreso e riprende a settembre dopo la pausa estiva. Ai ragazzi della Giovanile  vengono fornite le divise del  Teatro dell’Opera e l’ospitalità in strutture convenzionate.
Presso il Teatro Nazionale, invece, si allestiscono  gli spettacoli che spesso vedono riunite con l’Orchestra Giovanile, le compagini della Scuola di Danza e  della Scuola di Canto Corale.  
E’ stupefacente il livello artistico raggiunto in poco tempo e grande la soddisfazione di tutte le persone coinvolte nella loro preparazione che con trepidazione hanno visto l’Orchestra Giovanile debuttare con successo  il 27 luglio 2012, nella stagione estiva Teatro dell’Opera a Caracalla. Numerosi i concerti che si sono susseguiti, tra i quali citiamo la  tournée in Oman  dal 27 al 31 gennaio 2013 presso la Royal Opera House, nella città di Muscat, la partecipazione al Festival di Orvieto il 21 aprile, al Ravenna Festival il 22 giugno con Burt Bacharach, il 27 luglio a Caracalla e il 28 luglio sullo splendido palcoscenico del Ravello Festival. A questo si aggiungono numerosi concerti nelle città del Lazio, che testimoniano il doveroso decentramento dell’attività concertistica nella regione Regione con quelle realtà che hanno stipulato con la Fondazione Teatro dell’Opera proficui rapporti di collaborazione.